Lettera aperta a difesa delle bambine stuprate anche dalla pessima stampa.

Il caso di pedofilia in provincia di Palermo a danno di una bimba. Della serie “confezionare” la notizia travalicando ogni regola di rispetto alle vittime a maggiore ragione se si tratta di bambine abusate, violentate, vendute e date in pasto dalla stampa carnefice alla curiosità morbosa dell’opinione pubblica, violando persino la segretezza dei verbali giudiziari.

Lettera supportata da petizione: per la raccolta-firme chi interessata-o, scriva pure il proprio nome e cognome (per es. aderisco …, sottoscrivo …) a commento del post qui al termine della lettera sul Blog oppure al post sulla pagina facebook omonima, 

Spett.le Telefono Azzurro onlus – sede nazionale
  • Egr. Prof. Ernesto Caffo, Presidente
  • On.le Sandra Cioffi, Vice Presidente
  • Gent.ma Prof.ssa Valeria Marino Esposito, Vice Presidente Vicario

Spett.le Consiglio Nazionale Ordine Giornalisti –  Egr. Dott. Carlo Verna, Presidente

Al Consiglio di Disciplina Nazionale

  • Egr. Dott. Giovanni Battista Faustini – Presidente
  • Gent.le D.ssa Laura Trovellesi Cesana – Vice Presidente

Spett.le Fnsi – sede nazionale – Egr. Dott. Giuseppe Giulietti, Presidente

Spett.le Ansa 

  • Egr. Dott. Giuseppe Cerbone, Amministratore Delegato e Direttore Generale;
  • Egr. Dott. Andrea Fossati, Vice Direttore Generale;
  • Egr.Dott. Luigi Contu, Direttore Responsabile.

Spett.le La Sicilia

  • Egr. Dott. Mario Ciancio Sanfilippo, Direttore;
  • Egr. Dott. Domenico Ciancio, Condirettore.

Spett.le La Repubblica – Redazione centrale – Redazione Palermo

  • Egr. Dott.  Mario Calabresi, Direttore Responsabile;
  • Egr. Dott. Dario Cresto-Dina, Vice-Direttore Responsabile;
  • Egr. Dott. Enrico Del Mercato, Capo della redazione – Edizione di Palermo.

Ogg.: segnalazione violazione “Carta di Treviso” – vostri articoli attinenti gli abusi pedofili a danno della bimba in provincia di Palermo  pubblicati il 19 c.m.

      A fronte della pessima trattazione della vicenda da parte della stampa si voglia richiamare la Vostra cortese attenzione all’esamina di  inottemperanze rispetto alla Carta di Treviso disciplinante i rapporti tra informazione ed infanzia.

Purtroppo ad ogni fatto di cronaca a danno di noi donne corrisponde un vasto repertorio di stereotipi, luoghi comuni e voyeurismo usati in abbondanza dalla stampa, ancora di più se si tratta di bambine. Da ore sta circolando la notizia di abusi pe-do-fi-li commissionati da due genitori  a danno della loro figlia di nove anni venduta a dei conoscenti nella provincia di Palermo. Cosa riferisce la stampa? L’Ansa (*) e La Sicilia (*) “Prostituta a 9 anni”;  “I fatti si sono svolti in un paese del palermitano. Oltre alla coppia sono stati arrestati i due uomini con cui la bambina ha avuto rapporti sessuali a pagamento, cit. Ansa (*). Nessun accenno alla pedofilia, semmai per esempio dall’articolo La Repubblica redazione di Palermo (**)  di questa infelice bimba il “bravo” (??) giornalista sottolineerebbe il ruolo attivo: “L’inchiesta è iniziata dopo la denuncia di un uomo che ha visto in aperta campagna la piccola appartarsi con uno dei due indagati“. Scrivere invece, che “uno dei due indagati si appartava con la piccola” evidentemente non attiene alle sue categorie morali. Quindi secondo la sintassi mentale del giornalista lei c’è stata e si è fatta pagare, invece scrivere più correttamente “questi uomini la stupravano per danaro pattuito  con i suoi genitori“, no? Caso eclatante di colpevolizzazione della vittima minorenne. Come se ciò non bastasse, si riferisce persino della trascrizione degli stralci tratti dai verbali dell’interrogatorio alla bambina pubblicati da La Sicilia  e da La Repubblica, oltre che da gran parte dei quotidiani, tanto per soddisfare la lettura dei morbosi, dei voyeur e dei pedofili. Trattandosi di un fattaccio avvenuto oltretutto in un paesino dove tutti conoscono tutte-i, a nessuna-o è sovvenuto di proteggere la piccola dalla diffusione dettagliata di fatti traumatizzanti ed a causa dei quali oggi oppure un domani appena cresciuta potrebbe essere ulteriormente ferita moralmente, stigmatizzata, colpevolizzata ed emarginata? Chi ha diffuso quei verbali, si é macchiato di una pesante violazione di segreti d’ufficio con tutte le aggravanti trattandosi di fatti a danno di una minore. Chi li ha pubblicati e travisato la vicenda, dovrebbe essere sottoposto al consiglio di disciplina dell’Ordine dei Giornalisti, della Federazione nazionale della stampa italiana ed imparare a memoria il Manifesto di Venezia per il rispetto e la parità di genere. Meglio ancora se si avviasse ad un percorso di rinsavimento deontologico della professione giornalistica.

     Soprattutto quanto riportato dalla stampa in merito a questa triste vicenda violerebbe la Carta di Treviso, con protocollo firmato il 5 ottobre 1990 dall’Ordine dei giornalisti, dalla Federazione nazionale della stampa italiana e da Telefono azzurro onlus, quali componenti del Comitato nazionale di garanzia per l’informazione sui minori e per l’attuazione, la quale Carta di Treviso ingiunge , tra l’altro, che “nessun bambino dovrà essere sottoposto a illeciti attentati al suo onore e alla sua reputazione”.

Stigmatizzando gravemente i fatti esposti, si auspica l’adozione dei dovuti provvedimenti, la pubblicazione di un articolo di scuse a correzione del precedente e la cessazione del reitero di comportamenti professionali lesivi la dignità delle vittime di tali abietti reati, sia per le vicende in corso che future, incongrui all’etica giornalistica.

 Con osservanza.

seguono i link menzionati e l’elenco-firme.

I link degli articoli menzionati:

(*)

(**)

Le-i firmatarie-i della letteraPatrizia Cordone titolare del presente Blog, autrice della lettera aperta e promotrice della petizione con:

  1. Alloisio Maurizia,
  2. Amori Tiziana,
  3. Associazione TerradiLei -Napoli,
  4. Babuin Alda,
  5. Barbagallo Anna Maria,
  6. Barbagallo Simona,
  7. Bardelotto Anna Maria,
  8. Bartolacci Francesca,
  9. Becconi Roberta,
  10. Bedin Milena,
  11. Bellei Annalita,
  12. Belmonte Linda,
  13. Bettini Laura,
  14. Bianchini Rossella,
  15. Boretti Sabrina,
  16. Borsoi Paola,
  17. Branchetti Milva,
  18. Brau Loredana Rosa,
  19. Brunetto Barbara,
  20. Burrai Miriam,
  21. Butticci Annalisa
  22. Caddeo Mariella,
  23. Cagnolati Anna,
  24. Caiolo Valentina,
  25. Calabria Michela,
  26. Campatelli Chiara Benedetta,
  27. Carocci Michaela,
  28. Chiavacci Gayatru Silvia,
  29. Ciambelli Rossana,
  30. Cicala Laura,
  31. Cilio Debora,
  32. Clemente Franca,
  33. Colombi Rossella,
  34. Comitato Territoriale Se Non Ora, Quando? Lodi,
  35. Corona Maria Concetta,
  36. Cottafavi Laura,
  37. Cresta Andreina,
  38. D’Annunzio Flavia,
  39. Della Pedrina Elisabetta,
  40. Della Vanth Sofia,
  41. De Rienzo Emilia,
  42. De Santis Silvia,
  43. Desogus Flaviana,
  44. Di Paolo Francesca,
  45. Di Tommaso Marina,
  46. Dovigo Arnaldo,
  47. Dusi Alessandra,
  48. Facchinetti Federica,
  49. Falchi Patrizia,
  50. Farci Lucia,
  51. Farina Martinelli Luana,
  52. Ferrari Giovanna,
  53. Filippino Simonetta,
  54. Fischer Cristiana,
  55. Forini Claudia,
  56. Franzé Cosimo,
  57. Frisoli Eva,
  58. Galleu Sonia,
  59. Gandolfo Nicoletta,
  60. Garau Cristina,
  61. Gasparini Titti,
  62. Giannotti Stefania,
  63. Giordano Ilaria,
  64. Grigio Francesca,
  65. Guido Maria Cristina,
  66. Ianni Sergio,
  67. Incantalupo Laura,
  68. Iulisca Monica,
  69. Ledi Michela,
  70. Linossi Deborah,
  71. Listant Marina,
  72. Loiacono Susanna,
  73. Luciani Simonetta,
  74. Magagnotti Daria,
  75. Mariotto Antonietta,
  76. Masieri Nicole Alice,
  77. Massutto Aurelia,
  78. Mastrototaro Giuditta,
  79. Mattia Claudia,
  80. Mazzei Paola,
  81. Menchetti Katia,
  82. Modena Claudia,
  83. Moia Giovanni,
  84. Moretti Milly,
  85. Mosca Maria Cristina,
  86. Murgia Enrico,
  87. Nicoli Elisabetta,
  88. Nava Stefania,
  89. Nuzzo Pina,
  90. Obertello Deborah,
  91. Orlando Francesca,
  92. Oro Maria Cristina,
  93. Orru Rossella,
  94. Passaggio Anna Maria,
  95. Pisano Aurelia,
  96. Pisciotta Samanta,
  97. Pizzo Anna Laura,
  98. Prem Daniela Annetta,
  99. Previati Miriam,
  100. Punzi Gaetana,
  101. Rais Annamaria,
  102. Righini Doriana,
  103. Rinaudo Sara,
  104. Ridolfi Rosa,
  105. Robustelli Maddalena,
  106. Rocco Cristina,
  107. Roma Luciana,
  108. Romanelli Anna,
  109. Rossi Chiara,
  110. Rossi Tina,
  111. Ruffini Vittorio,
  112. Scalmani Ilaria,
  113. Scatigna Alessandra,
  114. Schintu Alessandra,
  115. Scognamiglio Pina,
  116. Segat Khair Paola,
  117. Se non ora quando? San Donà,
  118. Serati Elda,
  119. Serra Maria,
  120. Sidore Michele,
  121. Soave Nicoletta,
  122. Soavi Gloria,
  123. Soda Alberto,
  124. Speltoni Viviana,
  125. Steele Cathlien,
  126. Tabaglio Maria Emanuela,
  127. Teglia Meri,
  128. Tilo Pez,
  129. Tocchetti Alessandra,
  130. Tolin Lucia,
  131. Trabucco Simona,
  132. Travali Ivana,
  133. Trezzi Samantha,
  134. Tuscano Daniela,
  135. Vaccari Emilia,
  136. Varone Cinzia Haiah,
  137. Zollo Pamela.

 

Annunci

21 commenti

I commenti sono chiusi.