Il nostro 25 aprile.

Dedicato alle nostre Donne Partigiane, a cui dobbiamo tutto…. “perché non ci é stato regalato niente”.

articolo di ©Patrizia Cordone aprile 2019 ©L’Agenda delle Donne, il blog di Patrizia Cordone. Tutti i diritti d’autore riservati. Si vieta tassativamente l’uso del “copia-ed-incolla” di tutti gli articoli riportati dal presente sito ai sensi delle disposizioni di legge a protezione dei diritti d’autore – copyright. Le infrazioni sono perseguite a rigore di legge contemplante i diritti d’autore presso l’Autorità giudiziaria territoriale competente.

Il mese di aprile del 1945 si giocò la partita finale contro la dittatura fascista ed il suo principale alleato, il nazismo. Il dissenso antifascista si era manifestato agli esordi del fascismo con numerose condanne degli oppositori sia in carcere che al confino, le donne antifasciste non fecero eccezione e furono numerose. La spinta decisiva furono gli scioperi del 1943, il periodo immediatamente successivo all’armistizio dell’8 settembre 1943 in un crescendo inesorabile fino all’apriledel 1945 ed oltre. Infatti non tutte le città si liberarono dal giogo nazifascista alla stessa data, alcune come Imola, Bologna e Genova prima, mentre altre nell’estate di quell’anno. Giorno per giorno si stanno ripercorrendo le tappe di quel periodo glorioso tramite L’Agenda Resistente, il mio nuovo sito improntato alla storia antifascista, avviato da qualche mese una sorta di banca-dati storica ben compartimentata ed analitica. A differenza de L’Agenda delle Donne dove tutti i testi sono redatti da me in base al mio voluminoso archivio cartaceo personale pluriennale, da quando ero un’adolescente ed alle mie ricerche storiografiche, gli articoli  de L’Agenda Resistente sono in parte miei originali, altri riportanti integralmente dei testi tratti dal mio archivio cartaceo, irreperibili altrimenti via internet; alcuni altri dei “reblog” da siti storici affidabili per la semplice ragione, anche dolente, che a differenza della genealogia femminista quella antifascista é stata più indagata, quindi con con maggiori studi e riferimenti. Ça va sans dire, una particolarissima cura ed attenzione da parte mia é rivolta alla valorizzazione, quindi alla scrittura di biografie di donne partigiane, sia italiane che di altri paesi nonché alle donne studiose, ricercatrici ed accademiche, che indagano quel periodo, spesso con esiti importantissimi volti a colmare falle gigantesche dell’indagine storica oltre che della memorialistica.

Il 25 aprile é una data importante per tutte noi, mai come oggi vitale é celebrarla, stanti i pesantissimi rigurgiti fascisti presenti nel nostro paese, dove si sta tentando di minare alcuni diritti basilari, fondanti la nostra Repubblica antifascista regolata dalla nostra Costituzione, ancora oggi moderna e disattesa. Allora rivolgo un invito a voi lettrici.

E’ un nostro dovere sia morale che civico onorare la memoria delle Donne Partigiane, che sacrificarono la loro vita per la nostra libertà. Tutte le sedi dell’Anpi organizzano dei giri commemorativi per la posa di fiori e di corone, di solito la viglia, cioé il 24 aprile. Ebbene, contattate la sede più vicina dal sito ufficiale dell’associazione nazionale e partecipate numerose.

 Onoriamo la memoria delle nostre donne partigiane, a cui dobbiamo tutto.

Buon 25 aprile a tutte, ORA E SEMPRE RESISTENZA!

25 aprile donne partigiane - L'Agenda delle Donne, il blog di Patrizia Cordone.

articolo di ©Patrizia Cordone aprile 2019 ©L’Agenda delle Donne, il blog di Patrizia Cordone. Tutti i diritti d’autore riservati.

Avviso: tutti i testi pubblicati da L’Agenda delle Donne, il blog di Patrizia Cordone  sono protetti dai diritti d’autore. Si vieta tassativamente l’uso del “copia-ed-incolla” di tutti gli articoli riportati dal presente sito ai sensi delle disposizioni di legge a protezione dei diritti d’autore – copyright. Sia per intero che parzialmente né le immagini originali create dal presente Sito,  né i testi di tutti gli articoli originali di questo Sito, né i prologhi originali di questo Sito ad introduzione degli articoli, né le traduzioni compiute dal presente Sito NON sono utilizzabili altrove per nessuna finalità. Le infrazioni sono perseguite a rigor di legge presso l’Autorità Giudiziaria territoriale competente. Qualunque altra manomissione e qualunque altro uso sono perseguiti con molta severità in sede giudiziaria. Leggere attentamente la sezione impressum-avvertenza generale. Le infrazioni saranno perseguite a rigore di legge.

letture consigliate per una migliore conoscenza del sito:

Patrizia Cordone, l’autrice 

il manifesto del sito   il sito militante    la mappa